28 Settembre 2020
articoli
percorso: Home > articoli > Cronaca

Centrale termoelettrica? No, grazie.
breve comunicato dell´Avv. Salvatore Piccolo sulla vicenda dei licenziamenti.

17-07-2012 13:29 - Cronaca
una copertina dell´espresso di non molto tempo fa
Con un breve comunicato stampa l´Avv. Salvatore Piccolo, consigliere comunale di minoranza, ma sino a qualche giorno fa assessore con delega anche alla legalità  ha informato la cittadinanza circa il mancato intervento del legale nella riunione convocata nell´aula consiliare circa i licenziamenti di parsonale ad opera delle ditte operanti nell´area della centrale termoelettrica di Sparanise.

Occorre chiarire che la riunione, svoltasi nella giornata di ieri nell´aula consiliare, non risulta essere stata convocata dal presidente del consiglio comunale, ma pare essere il prosieguo dell´iniziativa congiunta del duo Merola-Sorvillo, il primo fu il sindaco che volle la centrale a Sparanise il secondo in passato si dichiarava contro l´installazione , dopo il flop dell´incontro avutosi in prefettura tra le parti. I consiglieri comunali non sono quindi stati invitati alla riunione, come pure nonostante l´incontro nell´aula consiliare spiccava la mancanza del padrone istituzionale di casa, il presidente del consiglio comunale, la garbata e preparata Antonella Lo Greco che per altro di professione si occupa di lavoratori e licenziamenti ( lavora alla Direzione Provinciale del lavoro).
In ogni caso ha affermato Salvatore Piccolo " Non intendo avere a che fare con la centrale termoelettrica e non partecipo, come in passato non ho partecipato, a riunioni pubbliche o private. Resto ancora in attesa che vi siano notizie relative alle inchieste più volte riferite dalle cronache locali e nazionali. Sino a quando la magistratura non avrà  fatto il proprio corso, non voglio incontrare alcun esponente della centrale o dei gruppi collegati. Anzi a questo punto visto anche i recenti accadimenti relativi a licenziamenti di personale in passato assunto ed oggi in esubero, a dire dei lavoratori, senza motivo, considerato che su alcune vicende come quella che ha riguardato la compravendita dei terreni dove poi è stata realizzata la centrale, con la realizzazione di enormi plusvalenze, la stampa nazionale ha fornito ampi dettagli, auspico che la magistratura, verso la quale si esprime apprezzamento e fiducia, voglia concludere al più presto le proprie indagini. Per quanto riguarda i lavoratori licenziati spero che la loro controversia trovi felice soluzione e mi auguro che le voci riguardanti eventuali segnalazioni di politici locali per sostituire i lavoratori licenziati con altri lavoratori , diversamente raccomandati politicamente, non siano veritiere. Pur non avendo segnalato mai alcun lavoratore, nel caso dovesse verificarsi tale ipratica, sarò tra i primi a denunciare la vicenda all´opinione pubblica oltre che a chi di dovere"


Secondo fonti solitamente ben informate la riunione svoltasi nell´aula consiliare nella giornata di lunedì¬ 16 luglio ha visto partecipare , tra il pubblico i lavoratori licenziati con i loro familiari, con il rappresentante della CGIL Benedetto Arricale, già  noto a Sparanise perchè all´epoca era il rappresentante sindacale provinciale per il settore tabacco durante la crisi del tabacchificio. Ad assistere i lavoratori nella veste di avvocato Salvatore Piccolo ( cugino omonimo del proprietario di questo sito), anche consigliere comunale di opposizione, pure presente.
Presente anche l´Avv. Luisa Durazzano legale del Comune di Sparanise, unico avvocato per la quale l´amministrazione comunale ha previsto una deroga ai normali criteri di retribuzione stabiliti per i legali con la previsione di una convenzione con euro 10.000,00 oltre I.V.A. e C.P.A. di spesa annua per un solo incarico quello per "PROBLEMATICHE AMBIENTALI CONNESSE ALLA INSTALLAZIONE DELLA CENTRALE ELETTRICA DA PARTE DELLA CALENIA ENERGIA S.p.A. - " (come si legge sul sito ufficiale dell´Ente (http://www.comunedisparanise.it/vedipubblicazione.php?id=559#) ; forse il Comune ha intenzione di offrire ai lavoratori un avvocato pagato dell´Ente, pare sia stato il commento tra i presenti quando hanno compreso l´identità  della donna.

Presente anche il noto imprenditore Alfonso Gallo , costruttore di centrali termoelettriche con il gruppo General Construction, passato agli onori delle cronache anche per essere stato uno delle persone sentite dai PM nell´inchiesta sulla P4 a causa di alcune sue frequentazioni con le persone coinvolte in quella vicenda (si veda il seguente link http://www.corriere.it/cronache/11_giugno_16/sarzanini_jaguar_gioielli_b6cec2c6-97db-11e0-843c-2676a120f5f5.shtml);

Assente il dr. Brancati amministratore delegato della Calenia s.p.a., la società  proprietaria della centrale termoelettrica di Sparanise che , ad inizio anno, ha anche acquistato per la iperbolica cifra di 500 milioni di euro la quota pari al 5% che deteneva in Calenia s.p.a ( e che consentiva utili per oltre 3 milioni di euro annui ed un posto nel consiglio di amministrazione) la società  Cales s.r.l.che a sua volta era partecipata dalla società  immobiliare 6C, appartenente alla famiglia del deputato Cosentino, il legale rappresentante di questa società  si chiama Palmiro, come il "migliore" comunista, Cosentino ed è fratello del parlamentare.( per approfondimenti si veda l´inchiesta di Gianluigi Guarino pubblicata anche da un sito locale http://www.calvirisortanews.it/news/articolo.asp?idnews=3390). Per la Calenia comunque era presente l´Ing. Sacchi.




Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio