28 Settembre 2020
articoli
percorso: Home > articoli > Cronaca

Cittadini preoccupati per alcuni lavori nell'area del 118. Potrebbe trattarsi di un compattatore di rifiuti.

26-10-2019 15:22 - Cronaca
Sparanise. (Cristiano Mattei) Cittadini infuriati per la realizzazione di un compattatore di rifiuti in pieno centro urbano. Da Ieri infatti , senza sosta, anche di sabato alcuni operai di una locale ditta edile stanno effettuando dei lavori per la realizzazione di un centro di compattazione dei rifiuti urbani. I lavori consistono nella creazione di una base in cemento dove allocare un macchinario, secondo fonti ben informate un digestore di rifiuti, già presente nello spazio comunale ( si vedano foto). La zona interessata dai lavori è sita all'interno della recinzione dell'edificio comunale denominato “Sportello Unico”. Si tratta di un edificio realizzato con fondi europei nell'ambito di un progetto intercomunale, poi non completato, acquisito al patrimonio comunale una decina di anni or sono. La struttura aveva anche ospitato, per anni, l'ufficio tecnico comunale sino ad essere adibita , in tempi recenti, a centro logistico per il servizio sanitario di emergenza del 118. Oggi vi è personale sanitario ed automezzi di emergenza dell'Azienda Sanitaria Locale. Le proteste dei cittadini, già sfociate in formali denunzie, prendono origine dal fatto che nonostante il rapido inizio dei lavori alcun cartello di cantiere risulta essere stato esposto in prossimità del luogo dove gli operai edili stanno lavorando. Il luogo individuato per la realizzazione del centro di raccolta temporaneo di rifiuti è in pieno centro urbano. Il Comune di Sparanise ha invece un'isola ecologica in zona periferica che può assolvere anche al compito di centro di raccolta temporaneo di rifiuti senza dare fastidio , con miasi e puzza, alla popolazione. D'altra parte i cittadini per effetto del noto dissesto idrogeologico hanno visto ormai aumentare in maniera esponenziale il numero di insetti presenti sul territorio per effetto delle continui alluvioni e la realizzazione di una centro di compattazione dei rifiuti o di raccolta dei rifiuti in pieno centro urbano determinerebbe un aumento di queste problematiche al punto da rendere invivibile il paese. In ogni caso, lamentano i cittadini,sono state realizzate opere in cemento che obbligano a chiedere autorizzazioni presso uffici tecnici regionali e comunque ad esporre il cartello di cantiere proprio in considerazione del fatto che si tratta di opere realizzate in cemento.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio