12 Agosto 2020
articoli
percorso: Home > articoli > Cronaca

Consiglio comunale del 08 maggio 2012. Piccolo : non partecipo, sono ancora sotto shock. Dalle istituzioni comunali neppure un cenno di solidarietà per il vile sequestro ai danni di mio padre.

08-05-2012 18:30 - Cronaca
Con una lettera affidata al cugino omonimo e capogruppo di opposizione affinchè sia letta e messa agli atti, l´Avv. Salvatore Piccolo consigliere comunale e proprietario di questo sito, ha annunciato che non parteciperà al consiglio comunale convocato per oggi (08/05/2012).

Piccolo ha chiarito nella lettera (scaricabile integralmente nella sezione documenti di questo sito) che è ancora sotto shock per il sequestro e la rapina subita dall´anziano genitore sabato 28 aprile. Il vile e criminale gesto che ha fruttato in termini economici un bottino di qualche migliaio di euro, non ha precedenti a Sparanise, eppure nonostante che la vittima sia stato sindaco di Sparanise e lo stesso figlio sia consigliere comunale in carica e sia stato assessore sino a pochi mesi fa nessun segno di solidarietà è venuto da parte dell´amministrazione.

Neppure un gesto di condanna per il vile gesto comunque accaduto nel territorio comunale, in una strada neppure molto isolata ed in orario non tardo ( ore 9.30). Certo la strade versa in un cattivo stato di manutenzione con erbacce alte ed un lampione della pubblica illuminazione presente, ma spento ormai da mesi.

In ogni caso, ha affermato Piccolo, un semplice gesto di solidarietà, in questi casi, non si nega a nessuno. Evidentemente il livello di odio sprigionato da un insana percezione della lotta politica è arrivato a tal punto che si è persa la bussola del vivere civile, perchè di fronte alla solidarietà pervenuta da numerosi cittadini, da amici e politici anche di paesi limitrofi, persino dal sito giornalistico di comunedipignataro, peasenews ed altri, non si comprende come il sindaco di Sparanise abbia scelto il silenzio di fronte al grave gesto subito dal´ex sindaco Luigi Piccolo.

Non può sottacersi che comunque il gruppo consiliare di maggioranza che esprime l´amministrazione comunale aveva, prima del sequestro di persona in questione, espresso con un pubblico manifesto un notevole livore nei confronti di Salvatore Piccolo cacciandolo dall´amministrazione apparentemente senza valide giustificazioni (nel documento di revoca si parla di assenze in giunta senza che l´interessato sia stato preventivamente convocato in molte delle giunte in cui è risultato assente). Addirittura dall´amministrazione comunale, dopo la cacciata di Piccolo dalla carica di assessore e dopo i sequestro di persone ai danni del padre, anziché la solidarietà per l´accaduto sono pervenute fantasiose lettere di richieste di somme di danaro del contenuto più vario.
Tutte provenienti dall´amministrazione comunale, palesemente infondate e spesso con alla base fatti e vicende di oltre 10 anni fa. In una di queste lettere addirittura chi chiede le somme di danaro al consigliere Piccolo si autoproclama dottore ( nella nota è scritto Dott.) come se l´interessato si fosse laureato, in realtà è appena munito di diploma di ragioniere.
Probabilmente adesso si vuole artatamente creare un contenzioso con l´Avv. Salvatore Piccolo, per eliminarlo dal consiglio comunale.

Naturalmente il legale ha già fatto sapere di aver intrapreso la strada della denuncia penale nei confronti dei responsabili di tali azioni per valutare la sussistenza di eventuali reati, oltre ad aver preparato un articolato dossier da trasmettere al Prefetto di Caserta al quale, per le vicende riguardanti la sicurezza pubblica, chiederà la convocazione del comitato per l´ordine e la sicurezza pubblica.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio