30 Settembre 2020
articoli
percorso: Home > articoli > Cronaca

Consiglio comunale del 28/02/2012: pesante stangata.IMU con aliquote altissime e nessuna detrazione aggiuntiva. Nel finale Piccolo rivolto a Sorvillo :"Lei è un bugiardo."

28-02-2012 22:17 - Cronaca
Lo sportello Unico, opera fortemente voluta da Salvatore Piccolo, quando era assessore ai lavori pubblici.
Si è da poco concluso il consiglio comunale di Sparanise.

All´ordine del giorno vi erano la determinazione delle aliquote IRPEF e della nuova tassa IMU, con l´approvazione del relativo regolamento.
Per la prima volta la maggioranza guidata da Mariano Sorvillo si è presentata in assise senza Salvatore Piccolo, che è ormai passato all´opposizione dopo essere stato cacciato da Sorvillo perché l´avvocato aveva criticato l´addebito al Comune da parte del sindaco dei propri contributi previdenziali di ragioniere. Per questo motivo al consiglio comunale vi era una folla di pubblico mai vista a Sparanise.

Duro l´intervento in consiglio dell´ex assessore ai lavori pubblici.

"Anche quest´anno l´amministrazione si affida a burocratici documenti partoriti da funzionari che non hanno specifico titolo in materia tributaria e di contabilità. - ha esordito Piccolo.

Questa maggioranza che da programma doveva diminuire le tasse invece aumenta i tributi. Per quest´anno viene applicata l´aliquota massima per la prima casa pari al 4 per mille, mentre per i terreni, compresi quelli agricoli, l´aliquota, per la prima volta nella storia di Sparanise, supera il 7 per mille ed arriva al 0,76 per cento.

Aliquote pesantissime che sommate all´aumento degli estimi catastali pari al 60% già in vigore comporteranno una spesa per famiglia di rilevante entità. Eppure la legge attribuiva ai Comuni la possibilità di ridurre le aliquote ora indicate del 2 per mille per le abitazioni principali e per il 3 per mille per i terreni.

Anche per le detrazioni la maggioranza ha usato criteri minimi contenendo al minimo il quoziente familiare e dimenticando completamente detrazioni per le famiglie con soggetti disabili. Sono diversi anni che il Comune di Sparanise accumula avanzi di amministrazione voglio sapere che fine fanno i soldi che sono in avanzo di amministrazione- ha tuonato il legale." .

Riguardo al punto all´ordine del giorno per l´autorizzazione alla concessione d´uso temporanea ventennale di superfici ed edifici per l´installazione di pannelli fotovoltaici Piccolo ha ricordato che Sparanise è il paese della centrale termoelettrica e che nonostante le convenzioni in essere ancora i cittadini stanno aspettando di vedere una centralina per monitorare la qualità dell´aria in piazza ed obbiettivamente appare fuorviante in questo contesto richiamare uno spirito ecologista che non è presente nell´amministrazione inerte sulle problematiche della centrale.

"Vigilerò affinché dietro un finto ecologismo non si nasconda qualche buon affare, per qualcuno, per installare dei pannelli fotovoltaici sui tetti delle scuole dove in realtà andrebbe rifatta la copertura o sull´unica struttura nuova realizzata a Sparanise negli ultimi decenni, lo sportello unico (nella foto), per altro opera notoriamente voluta e realizzata grazie proprio all´impegno dell´Avv.Salvatore Piccolo.

Se questi sono i progetti dell´amministrazione allora sono contento di stare all´opposizione - ha concluso Piccolo."

Per quanto riguarda la centralina dell´aria in piazza Giovanni XXIII l´Avv. Piccolo ha stigmatizzato pesantemente l´operato dell´amministrazione. Relazionava Giancarlo L´Arco che non ha saputo ben spiegare chi, come e quando, avrebbe dovuto installare i pannelli fotovoltaici, ad un certo punto L´Arco addirittura ha annunciato che si trattava di aderire ad un Trattato Internazionale, suscitando l´ilarità di molti dei presenti.

A questo punto visto l´evidente paradosso che nel paese della centrale termoelettrica si parlava di ridurre le emissioni di gas atmosferici tossici, Piccolo ha annunciato che a breve inizierà una raccolta di fondi per comprare ed installare una centralina per il monitoraggio per l´aria di Sparanise almeno per cercare di verificare se queste emissioni fossero in regola. Le centraline per monitorare l´aria dovevano essere installate secondo la convenzione della centrale, ma nel bilancio dell´amministrazione non vi è tale voce, mentre la voce di bilancio per i contributi del sindaco sembra essere presente. D´altra parte il costo della centralina per il monitoraggio dell´aria dovrebbe costare meno di quanto il Comune di Sparanise paga, in un anno, per i contributi previdenziali del ragioniere Sorvillo .

Alla fine del consiglio comunale ,pressato dai consiglieri comunali di opposizione, Mariano Sorvillo ha dovuto dare comunicazione del motivo che ha portato alla revoca dell´assessore Piccolo ed il sindaco, anche in questo caso ha letto, ma questa volta la scarna motivazione, delle assenze in giunta, è stata pesantemente contestata dall´interessato che ha chiesto pubblicarsi le convocazioni inviate, poiché dall´inizio dell´anno l´assessore Piccolo non ha ricevuto mai alcuna convocazione. Per questo Piccolo ha affermato :" Mariano Sorvillo: Lei è un bugiardo!".


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio