24 Settembre 2020
articoli
percorso: Home > articoli > Cronaca

Lavoratori del settore dei rifiuti ancora senza stipendio. Il sindaco rimbalza la palla al prefetto.
Piccolo : "mi auguro che il prefetto convochi davvero Sorvillo per chiedere spiegazioni.".
Intanto l´avvocato protocolla , per via informatica, una interrogazione consiliare

09-03-2012 20:41 - Cronaca
Ancora senza stipendio i dipendenti della ditta locale che si occupa della raccolta e lo smaltimento dei rifiuti e dello spazzamento delle strade. Si tratta di dipendenti divisi in due categorie.

Alcuni, quando il Comune di Sparanise decise di uscire dal Consorzio Unico di Bacino, sono transitati dal CUB direttamente alle dipendenze della ditta locale che era subentrata nel cantiere di lavoro di Sparanise, altri invece risultano essere assunti con contratto di lavoro precario a tempo determinato di un mese.

Tuttavia alla scadenza, dopo qualche giorno, il contratto di lavoro viene rinnovato tanto che ormai gli stessi lavoratori precari hanno ottenuto un´anzianità, sul posto di lavoro, di diversi mesi circostanza che dovrebbe garantire anche i neo assunti nel caso di passaggio del cantiere ad altra ditta.

Tutti i dipendenti del settore di Sparanise, invece sono accomunanti da una circostanza :da diversi mesi non ottengono lo stipendio. La ditta locale ha ottenuto la proroga dell´assegnazione del servizio, direttamente con due distinte ordinanze del sindaco Mariano F. Sorvillo. Le ordinanze di affidamento del servizio, per ben tre mesi , da gennaio 2012 all´1 aprile 2012, sono state firmate dal sindaco il 29 febbraio 2012 ed affidano il servizio senza ulteriore gara di appalto.

In effetti per il passato la gara era stata espletata dalla Stazione Unica Appaltante Provincial,e a causa dell´importo notevole dell´appalto, ma riguardava il servizio sino al 31 dicembre 2011. Il Comune di Sparanise per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti e per lo spazzamento delle strade spende somme importanti e l´intero servizio di igiene urbana è pari a circa 900.000 euro all´anno, somme integralmente coperte, per legge, dalla tassa sui rifiuti. L´opposizione consiliare con l´Avv. Salvatore Piccolo, già assessore ai lavori pubblici, aveva già nei giorni scorsi denunciato all´opinione pubblica la vicenda sottolineando anche come quando (29 febbraio 2012) il sindaco ha firmato le ordinanze di proroga dell´affidamento del servizio i lavoratori già vantavano almeno duno stipendio nei confronti della ditta .

Oggi invece l´Avv. Salvatore Piccolo, consigliere comunale, ha annunciato di aver protocollato un´interrogazione consiliare. " Ho appena protocollato, per altro a mezzo Posta elettronica Certificata, una interrogazione nella quale chiedo al sindaco di sapere : 1) Se corrisponde al vero che la ditta Esogest Ambiente non paga con regolarità ed in particolare gli ultimi stipendi ai dipendenti; 2) Se il Comune di Sparanise ha dei debiti nei confronti della ditta citata per lavori già effettuati, in caso di risposta affermativa si chiede di sapere a quanto ammontano alla data odierna;3) Chi e come ha scelto il personale dipendente in forza al cantiere di Sparanise e sulla base di quali criteri e con quale forma contrattuale; 4) Se è vero che la ditta sta operando in deroga al contratto di appalto scaduto il 31 dicembre 2011.".

L´interrogazione è stata trasmessa anche al prefetto di Caserta per la particolare materia trattata:i rifiuti. Se dovesse perdurare il mancato pagamento degli stipendi i lavoratori hanno già fatto sapere che potrebbero attuare delle azioni di protesta che potrebbero anche causare l´interruzione del servizio.

Sul fronte del mancato pagamento degli stipendi ai dipendenti si deve registrare anche l´intervento dei sindacati che nella giornata di ieri si sono recati al Comune per parlare con il sindaco e con il responsabile del servizio, che è anche il comandante della Polizia Municipale Giovanni Fusco, mentre non si hanno notizie dell´assessore al ramo che certamente non era presente all´incontro.

Secondo il bollettino stampa vergato dall´addetto stampa sembra che il sindaco abbia chiesto un incontro con il Prefetto, non è chiaro per chiedere che cosa. " E´ il solito modo di affrontare i problemi si chiede un incontro, senza specificare per quali motivi, con il Prefetto, mi auguro che il neo Prefetto di Caserta la dr.ssa Pagano convochi veramente il sindaco e si renda conto di cosa sta accadendo a Sparanise nel settore dei rifiuti - ha ribadito Piccolo- il solito scaricabarile per non assumersi le responsabilità che sono tutte dell´attuale amministrazione e non si vede cosa debba fare il Prefetto di Caserta."


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio