29 Settembre 2022
[]
articoli
percorso: Home > articoli > Cronaca

Sparanise respira: ripulite le strade dalla monnezza accumulata nella settimana. A Calvi ancora rifiuti per le strade, i politici locali distratti dalle elezioni.

16-03-2010 - Cronaca
Con un gesto di grande responsabilità, l´amministrazione comunale di Sparanise, allo scopo di dare una decorosa quanto urgente ripulita alla città, ha affidato l´incarico alla ditta Esogest che ha provveduto a rimuovere i sacchetti accumulati nell´ultima settimana. Con tanto di Carabinieri al seguito, gli uomini della ditta accompagnati dal Sindaco Mariano Sorvillo e dall´assessore ai lavori pubblici Salvatore Piccolo, sin dalla mattinata hanno avviato l´opera di recupero di migliaia di sacchetti differenziati accumulatisi a causa dello sciopero del lavoratori del Consorzio Unico causato dal mancato pagamento degli stipendi di febbraio. La situazione è estremamente seria anche perché in assenza di una struttura rodata che sostituisca il Consorzio in questa fase di transizione, si teme che questo stato di agitazione possa andare avanti a lungo e causare danni e disservizi. "Non era tollerabile continuare a vedere le strade della nostra città letteralmente sommerse dai rifiuti - ha detto l´assessore Salvatore Piccolo - senza che né l´amministrazione comunale né i cittadini di Sparanise avessero la benché minima colpa. Gli sparanisani pagano profumatamente le bollette della spazzatura, fanno seriamente la raccolta differenziata con percentuali prossime al 60%, cosi come il Comune paga regolarmente le fatture del Consorzio che ad oggi non vanta un solo centesimo di euro di credito nei nostri confronti. Siamo solidali con i lavoratori e sappiamo che ce ne sono anche di sparanisani e caleni, ma non si può scaricare sui cittadini il danno e sulle amministrazioni locali la responsabilità che non hanno. Non possiamo pensare solo alla campagna elettorale tollerando come è accaduto negli anni scorsi che i rifiuti si cumulino nelle strade provocando il disastro degli anni precedenti, abbiamo agito senza esitazioni per il bene del paese. Anche a Calvi la situazione è insostenibile, ed i rifiuti sono ancora nelle strade con buona pace di tutti anche quelli dell´opposizione consiliare, impegnati come sono a girare nelle case dei loro concittadini per chiedere il voto, non riescono a vedere i rifiuti per le strade e nulla fanno per ripulire il loro territorio. Oggi forse avrò fatto meno campagna elettorale, ma abbiamo ripulito Sparanise." A Piccolo fa eco il sindaco Sorvillo. "La situazione cosi come si è presentata già dal primo gennaio non è chiara e di questo passo rischia di compromettere quanto di buono si cerca di fare con la raccolta differenziata. C´è un problema di competenze e di responsabilità che ad oggi non ha ancora trovato una soluzione idonea. Se la legge dovesse permettere deroghe accettabili non escludiamo di gestire, almeno fino a quando la nuova società Gisec non vada a pieno regime, il servizio in proprio. Non possiamo accettare di subire critiche ed accuse dai cittadini senza averne le responsabilità, non è ammissibile. Oggi abbiamo dato una ripulita alla città e spero che nei prossimi giorni la situazione rientri nei termini della normalità sia per i lavoratori che per il servizio. Viceversa - conclude il Sindaco Sorvillo - non escludiamo azioni a tutela dell´Ente e dei cittadini".

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

cookie