29 Settembre 2020
articoli
percorso: Home > articoli > Cronaca

Sulla vicenda delle ordinanze sindacali contro la normativa statale e regionale interviene il prefetto, sono immediatamente inefficaci.

25-03-2020 19:41 - Cronaca
Sparanise (Cristiano Mattei). Nel tardo pomeriggio di oggi arriva la nota della Prefettura di Caserta a censurare ulteriormente l’ordinanza del sindaco di Sparanise Salvatore Martiello ed ha dichiarane esplicitamente l’inefficacia. Il Prefetto di Caserta dr. Raffaele Ruberto ha infatti diramato una nota diretta anche ai comandi provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, nella quale espressamente dichiara “sin d’ora inefficaci” le ordinanze sindacali emesse ai sensi dell’art.50 TUEL che dispongono la chiusura di negozi e farmacia in contrasto con la normativa statale e regionale. Il prefetto ha anche chiarito l’obbligo di conformarsi, da parte dei sindaci, alle disposizioni del Presidente della Regione Campania che in materia di sanità rappresenta l’Autorità apicale, ricordando come già nella giornata di ieri il Presidente De Luca aveva invitato i sindaci a revocare le ordinanze non conformi alle regole nazionali. In buona sostanza sulla base della nota del Prefetto di Caserta che ha dichiarato inefficace da subito, senza necessità di ricorso o altro, le ordinanze sindacali come quella emessa dal sindaco Martiello di Sparanise è possibile che già nella giornata di domani i negozi e le farmacie possano riaprire i battenti non rispettando l’ordinanza di Martiello perché “contra legem”. D’altra parte la nota del prefetto parla chiaro e nessun agente di polizia, neppure municipale, potrebbe invocare l’applicazione dell’ordinanza sindacale vista la nota prefettizia. L’opposizione guidata dal dr. Antonio Merola che si era vista costretta ad interrompere il silenzio emergenziale di fronte all’evidenza di un provvedimento insensato ed illegittimo, segnalando la vicenda in un esposto tanto al prefetto che al presidente della Regione, ha infine stigmatizzato il comportamento interessato di qui pochi che hanno difeso il provvedimento arbitrario di Martiello senza valida ragione , ma solo per spirito servile , rompendo quella necessaria unità di intenti in un momento di emergenza al contempo ha ringraziando il Prefetto di Caserta ed il Presidente della Regione Campania per la prontezza d’intervento ed ha invitato i cittadini a rispettare le regole valide delle Autorità nazionali e regionale ed a restare a casa.

riproduzione riservata citare sempre la fonte www.avvocatosalvatorepiccolo.it

sotto in allegato la nota del Prefetto di Caserta dr. Raffaele Ruberto
Documenti allegati

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio