21 Aprile 2024
[]
articoli
percorso: Home > articoli > Cronaca

Rischia l'abbattimento la palma bicentenaria della stazione FS di Sparanise a causa di un incendio non accidentale.

25-09-2023 20:04 - Cronaca
Alle 16 circa di oggi, 25 settembre 2023, ignoti hanno appiccato un incendio sotto la palma bicentenaria della stazione ferroviaria di Sparanise. Si tratta di un albero del tipo Washingtonia H. Wendl del genere delle Arecacee. L'albero è stato piantato nel giardino del stazione, un tempo deputato ad accogliere i viaggiatori ed in tempi recenti caduta nel degrado, che risale al 1861, anno di inaugurazione della stazione. La palma ha visto arrivare a Sparanise, Mazzini che arrivò in treno da Gaeta dopo un periodo di detenzione, Gramsci che venne nella piazzetta poi a lui intitolata sotto “l'ombra” della palma prima di essere incarcerato da Mussolini, lo stesso Giorgio Napolitano, all'epoca segretario provinciale del PCI di Napoli e Caserta è stato ospite del palazzo Graziadei nei pressi della stazione.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, la Polfer, i carabinieri di Sparanise agli ordini del comandante maresciallo Benedetto Zoccola, ed i residenti della zona, tra questi i professionisti che hanno lo studio “all'ombra” della palma, il dr. Guido Sorvillo e l'avv. Salvatore Piccolo. Tutti chiedono che la palma non venga abbattuta, come pure si paventa. All'uopo il comandate della polizia locale, dr. Giovanni Fusco ha allertato un agronomo particolarmente preparato, già presidente dell'ordine degli agronomi della provincia di Caserta, dr. Crescenzo Compagnone che ha manifestato il parere di poter salvare l'albero che è stato interessato dalle fiamme solo nella parte bassa e nelle parte interne. Dai primi accertamenti è emerso che l'incendio non è stato accidentale. La circolazione dei treni è stata soppressa temporaneamente.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
cookie