29 Settembre 2022
[]
articoli
percorso: Home > articoli > Cronaca

Il nuovo libro di Salvatore Piccolo sul caso Moro sta ottenendo buoni risultati nelle vendite attraverso il portale di Amazon.

25-08-2022 18:19 - Cronaca
Ottimi i primi risultati delle vendite del libro di Salvatore Piccolo, “Il Caso Moro. Il dovere di raccontare”. Il testo è in vendita solo online sul portare del commercio elettronico di Amazon dal 1 agosto 2022. Il colosso Amazon cura direttamente la stampa e la spedizione del libro che è disponibile in tre distinti formati. Naturalmente il testo è identico. Una edizione con copertina rigida e rilegatura con cucitura per una maggiore qualità del prodotto, una versione più economica con copertina flessibile ed infine l’edizione elettronica che è possibile anche leggere in abbonamento con il sistema Kindle di Amazon. In quest’ultimo caso il lettore digitale pagando il costo mensile dell’abbonamento (molto economico) può accedere ad una immensa biblioteca digitale di Amazon, con i bestsellers del momento ed i titoli classici, senza costi aggiuntivi. In pratica un abbonamento che consente di avere tutti i libri in commercio, di ieri e di oggi, sul dispositivo digitale preferito. Il libro di Salvatore Piccolo parteciperà anche al premio letterario Amazon storyteller 2022. La giuria del premio è presieduta dall’attore Luca Bizzarri, con giornalisti e scrittori italiani ed internazionali. Amazon, sulla base delle sole vendite, pubblica una classifica in tempo reale ed il libro “il Caso Moro. Il dovere di raccontare” sta scalando le classifiche, nella sezione novità-memorie il libro è al terzo posto nell’edizione ebook ed al quinto posto nell’edizione cartacea economica. Nella sezione generale novità-Storia il libro occupa la 54 ma posizione. Inutile dire che trattandosi di una autoproduzione con gli strumenti di Amazon il libro non ha alcuna forma di pubblicità, tranne i passaggi sui social network dell’autore ed il tradizionale passaparola.


Salvatore Piccolo ha analizzato la sterminata produzione documentale dei vari processi e gli atti delle due commissioni parlamentari oltre alla numerosa pubblicistica sulla vicenda. Diversi sono i fatti e le circostanza, documentate, che non risultano indagate in maniera esaustiva dalla magistratura, ma anche dalle inchieste giornalistiche. Dall’incidente stradale che vide coinvolto Moro il giorno prima dell’agguato di via Fani e che somiglia moltissimo alla dinamica del rapimento sino ad arrivare ad un furto perpetrato nello stesso stabile dove abitava il politico democristiano giusto qualche giorno primo. Il libro dimostra che numerosi furono gli avvisi, anche di Autorità dello Stato, che annunciavano l’imminente azione terroristica. In un caso, un mese prima, fu proprio fatto il nome ed il cognome di Moro. Diverse furono le trattative alcune poco note e riservate ancora oggi. Il libro ripercorre cronologicamente la vicenda, partendo dal sequestro di Mario Sossi sino all’uccisione di Moro. Sottolineando tutti i fatti anomali dell’intera vicenda brigatista, senza rinunciare allo schema letterario del racconto. Infiltrati, uccisioni, blitz, evasioni, processi, ma anche il clima dell’epoca con organizzazioni a sostegno del brigatismo, con libri celebrativi ed aiuti economici. Qualche mese prima dell’eccidio uscì nelle sale cinematografiche anche un film con attori famosissimi quali Mastroianni, Melato, Volontè. Il film si chiamava Todo Modo ed era tratto da un omonimo libro di Leonardo Sciascia che curava personalmente la sceneggiatura del film. A molti sembrò che il protagonista del film, interpretato da Volontè, chiamato il presidente fosse un personaggio calcato sulla figura di Aldo Moro che nel film veniva ucciso. Dopo due mesi dalla pubblicazione il film fu sequestrato e ritirato definitivamente.

riproduzione riservata.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

cookie