22 Maggio 2024
[]
articoli
percorso: Home > articoli > Diritto

Cellulare nel bagno del carcere, assolto detenuto

07-05-2024 19:26 - Diritto
Un telefono cellulare trovato nel bagno di una cella nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Per questo era stato tratto in giudizio un detenuto, V. I. Il giudice Giuseppe Zullo, della prima sezione penale del Tribunale di Santa Maria C.V:,all'esito del processo celebrato con rito abbreviato, lo ha assolto.

Accolte le argomentazioni del difensore dell'imputato, l'avvocato Salvatore Piccolo, che ha evidenziato come il telefono non fosse corredato di scheda sim e quindi inutilizzabile per comunicazioni con l'esterno del penitenziario. Inoltre, ha ribadito il difensore, il bagno dove è stato trovato il cellulare era di pertinenza comune con altri detenuti e quindi non vi erano prove che la detenzione o l'utilizzo fossero riconducibili all'imputato.
Questioni che hanno fatto breccia nel giudice che ha assolto l'imputato con formula piena. Per la stessa vicenda sono indagati altri tre detenuti le cui posizioni sono state stralciate avendo scelto il rito ordinario.

Si attendono ora le motivazioni della sentenza poichè la normativa che punisce la detenzione all'interno del penitenziario di apparecchi idonei alla comunicazione con l'esterno, prevista dall'art.391 ter c.p., è di recente introduzione ed il dr. Giuseppe Zullo è ritenuto magistrato di grande rigore e preparazione.

articolo comparso sulla testata online casertanews.it

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
cookie