24 Settembre 2020
articoli
percorso: Home > articoli > Cronaca

Il testo del manifesto affisso per le vie del paese

04-03-2012 07:20 - Cronaca
IL MIO CONTRIBUTO ED I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI DI MARIANO

Con una manovra di palazzo falsamente motivata, lunedì 27 febbraio, "l´amministrazione L´Arco"  mi ha scippato le deleghe assessoriali che mi spettavano sulla base dei criteri stabiliti prima delle elezioni del 2009. Con 280 preferenze avevo determinato la vittoria elettorale di un gruppo politico oggi più che mai dominato, senza riuscire mai a divenirne leader, da una persona, che ha mostrato una certa coerenza in politica tanto da aver cambiato in pochi mesi tre partiti. Dopo il PD, l´IDV oggi ha la tessera dell´UDC.

Da qualche tempo non mi riconoscevo più in una amministrazione siffatta per tanti  motivi, che per brevità non posso elencare, ma che possono riassumersi in un complessivo tradimento del patto elettorale e della fiducia mia e degli elettori che rappresento.

Il programma elettorale è stato , infatti, deliberatamente strappato e sono sopraggiunti interessi personali, anche minuscoli e di danaro. Mi riferisco per esempio alla decisione di Sorvillo, ritengo avvallata dal vice, di far pagare, dal mese di settembre del 2011 e per le mensilità da aprile 2011 in poi, al Comune di Sparanise in aggiunta all´indennità mensile di oltre 3.000,00 euro ulteriori  240,00 mensili per i contributi previdenziali di ragioniere. Un privilegio, non contemplato dal nostro programma elettorale,  inaccettabile soprattutto in un momento di crisi come quello attuale, soprattutto se si considera che il Sorvillo continua a svolgere la sua attività di ragioniere e ben può pagarsi i contributi previdenziali di TASCA PROPRIA: come fanno tutti in questo paese!

In tanti anni di opposizione avevamo spesso contestato e criticato l´utilizzo di pratiche clientelari legate a segnalazioni di politici locali per posti di lavoro spesso a beneficio di parenti ed amici. Ho dovuto invece assistere, opponendomi come potevo, alla stessa pratica: nel settore dei rifiuti  la ditta che ha vinto l´appalto per la raccolta, ad esempio,  ha operato assunzioni sulla base degli stessi criteri clientelari da noi denunciati pubblicamente in passato.
Naturalmente i lavoratori hanno pienamente diritto al lavoro ed a percepire interamente la retribuzione per l´effettivo orario lavorato, ma lo stesso diritto ( di rilievo costituzionale) spetta anche ai tanti cittadini disoccupati che non si sono prostrati di fronte a questi nuovi potenti pro tempore.

Durante il mio assessorato ho messo in esecuzione un programma di lavori pubblici poderoso e le realizzazioni sono tante e sono sotto gli occhi di tutti, ed è superfluo fare l´elenco in questa sede, nonostante l´avversione e la gelosia dei soliti "ignoti" che mi hanno "attenzionato" con frequenti, calunniosi ed a volte variopinti esposti anonimi.

Sempre nel settore dei lavori pubblici ho adottato criteri di trasparenza, con gare di appalto con forti ribassi e mai ho approvato perizie in corso d´opera, così sotto il mio assessorato tutte le opere iniziate si sono concluse, come è accaduto con lo sportello unico per le imprese (oggi sede dell´ufficio tecnico). Non ho mai segnalato ditte private per lavori pubblici, neppure di modesta entità.
All´improvviso hanno deciso di abbandonare le linee guida tracciate dal sottoscritto ed hanno caducato una programmazione di lavori pubblici frutto di impegno e lavoro per abbandonarsi  a  logiche clientelari come quella di affidare incarichi tecnici al solito cugino geometra (con la tecnica di abbandonare la seduta di giunta e far ricadere la responsabilità sugli altri assessori) e progettare piccole opere di cui il paese non ha bisogno: servono a pochi e forse servono solo a spendere soldi.

Mi sono sempre battuto affinchè le tasse locali, altissime e per servizi scadenti, diminuissero ed infatti nel programma elettorale, che io stesso ho contribuito a realizzare, è scritto che avremmo diminuito le tasse.
Non è accaduto, ed anzi nell´ultimo consiglio comunale, con il mio voto contrario hanno ulteriormente alzato le tasse locali, come a breve si accorgeranno i cittadini di Sparanise.

Resta evidente che in termini di consenso elettorale l´amministrazione L´Arco e del suo vice Sorvillo è largamente minoritaria nel paese ed il sindaco, quello che avevo contribuito ad eleggere, dovrebbe rassegnare immediatamente le dimissioni, visto che solo grazie ai miei voti si è potuto sedere sullo scranno più alto, dopo due insuccessi consecutivi.

Sono convinto che invece proseguirà, facendo finta di nulla, troppo alta è la poltrona anche rispetto alla reale portata politica sua e del suo vice.

Naturalmente onorerò il mandato elettorale per questo finale di consiliatura dai banchi dell´opposizione ed in mezzo alla gente, cercando di impedire con tutte le mie forze che il nostro paese sia ulteriormente rovinato da una amministrazione che adesso è clientelare, privatistica ed attenta a caricare sul Comune ogni cosa interessi gli amministratori, come i contributi previdenziali di Mariano. 

Sparanise 02/03/2012
Avv. Salvatore Piccolo
Consigliere comunale

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio